Venerdì 20 Luglio 2018

Biblioteca parrocchiale "Mons. don Antonio Pascale" - 84030 Arenabianca (SA)

Text Size

Navigazione

La Biblioteca “Mons.Antonio Pascale” di Arenabianca, piccola frazione del comune di Montesano S/M opera in tutto il territorio del Vallo di Diano.

È stata fondata nel 1997 e  inagurata il 17 settembre 1998 con la presenza di alte autorità religiose, scolastiche, politiche da Mons.Antonio Pascale da cui prende il nome, già parroco di questa frazione e uomo di cultura (infatti gran parte del patrimonio librario è di sua proprietà).

Quest’anno si festeggiano infatti 10 anni di attività ed ad ottobre un evento celebrativo coronerà questo  percorso.

Il Presidente della Biblioteca è il Parroco Pro-Tempore  con tutti i poteri. Alla morte del fondatore avvenuta il 22 ottobre 1999 si sono succeduti vari Amministratori parrocchiali, le attività della Biblioteca da quella data fino a dicembre 2001 sono state molto limitate. L’arrivo del nuovo parroco, Don Fernando Barra il 21 dicembre 2001, nonché di diritto Presidente della Biblioteca, ha dato vita alla possibilità di programmare attività ed eventi culturali, tali da elevare il Tono culturale del territorio, realizzando l’obiettivo del fondatore. I destinatari sono sia adulti sia giovani e in particolar modo le nuove generazioni. La Biblioteca è animata da volontari che quotidianamente prestano il loro tempo, mettendo in risalto le proprie attitudini e acquisendo sempre più competenze specifiche.

La Biblioteca è riconosciuta dalla Regione Campania, dalla  Provincia di Salerno, dal  Comune di Montesano s/M  e dall’Autorità Ecclesiastica.

Il 14 febbraio 2003 è stato istituito con decreto della Giunta Regionale il “Laboratorio Territoriale Ambientale” su indicazione dell’Assessorato alle politiche Ambientali della Provincia di Salerno – Rete   .I. N. F. .E ..A. . 

Da ottobre 2008 in collaborazione con la Tertium Millennium è in atto il progetto “Fuoriclasse”  (Laboratorio Teatrale rivolto ai giovani dai 16 ai 20 anni con il sostegno di Fondazione per il Sud) – e in collaborazione con la  Caritas Nazionale per n.6 posti nel Servizio Civile.